Risonanze – network per la tutela del teatro under 30 nasce ad opera di un insieme di realtà teatrali, disseminate su tutto il territorio nazionale, che hanno individuato nella promozione e nel sostegno delle nuove generazioni di artisti del teatro contemporaneo il fulcro della propria attività.

Risonanze è un network di progettazione che struttura le proprie attività secondo una linea artistica e operativa sviluppata in modo collettivo. L’organismo coinvolge i 17 soggetti partner e i relativi responsabili artistici in tutti i processi decisionali e nell’individuazione di una direzione artistica, sancita dall’ascolto e dalla cooperazione tra le realtà aderenti. 

L’organismo Risonanze intende promuovere la cultura teatrale, sostenendo la professionalità di artisti under 30, affiancandoli in percorsi di formazione, creazione, distribuzione e circuitazione attraverso le progettualità Generazione Risonanze e Cantiere Risonanze. Con l’istituzione dei Meeting Risonanze, inoltre, l’organismo vuole mettere in rete le realtà più virtuose del panorama teatrale under 30, intensificando lo scambio artistico e le relazioni professionali, invitando, oltre agli artisti coinvolti nei percorsi di Risonanze, anche gli operatori e i programmatori più attivi del settore.

La nascita e lo sviluppo di Risonanze e delle sue attività è supportato da diverse istituzioni culturali di rilevanza nazionale, con le quali continuano ad esserci proficue interlocuzioni. Tra le collaborazioni tutt’oggi attive si annoverano: ATCL – Circuito multidisciplinare del Lazio; Spazio Rossellini – Polo Culturale Multidisciplinare della Regione Lazio; Teatro Nazionale – Teatro di Roma; Cresco – Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea (Rete nazionale); Fondazione Fitzcarraldo (Piemonte); Fondazione Piemonte dal vivo: progetto Hangar – Performing Plus; Fondazione Emilia Romagna Teatri – ERT; I Teatri di Reggio Emilia.

Networking

Risonanze vuole mettere in rete le realtà più virtuose del panorama teatrale under 30, intensificando lo scambio artistico e le relazioni professionali, invitando, oltre agli artisti coinvolti nei percorsi di Risonanze, anche gli operatori e i programmatori più attivi del settore. Tale struttura progettuale, dunque, non ha ricadute positive solo da un punto di vista artistico, con conseguente sviluppo dell’attività professionale tout-court nel campo delle performing arts, ma anche sugli indotti economici del territorio.

best practices

Risonanze organizza periodicamente Meeting nazionali in diversi contesti sociali e territoriali. Sono concepiti come occasioni itineranti di best practices e confronto costruttivo tra operatori, giovani artisti e spettatori su problematiche relative al teatro under 30. Mediante questa buona pratica, Risonanze approfondisce il proprio ruolo di osservatorio del nuovo, proponendosi come occasione di censimento, dialogo e confronto per le giovani generazioni. Gli ultimi 3 meeting sono stati organizzati a Roma, Bologna e Cannara (PG) registrando oltre 350 partecipanti complessivi.

COMMUNITY ENGAGEMENT

Per Risonanze un obiettivo di primaria importanza è sempre stato quello di sviluppare ed estendere sul territorio nazionale pratiche differenziate ed eterogenee di audience development e community engagement per le nuove generazioni: si tratta cioè di processi di coinvolgimento attivo di pubblici giovani nell’organizzazione, promozione e comunicazione di eventi culturali, con lo scopo di coinvolgere le comunità locali da una parte e di sostenere la crescita di compagnie emergenti dall’altra. Ogni anno questa community si compone di circa 150 giovani che prendono parte attiva ai processi di selezione e gestione di alcuni tra i più innovativi festival della scena contemporanea.

Ricambio generazionale

Elemento propulsore del Network Risonanze è la volontà di sostenere e promuovere la creatività emergente italiana favorendo il ricambio generazionale.

Convogliando le forze in un contenitore esperienziale condiviso, viene a crearsi un sistema di sostegno reciproco capace di fornire, soprattutto a giovani artisti che si avviano a una professionalizzazione della propria attività, gli strumenti e le competenze utili per affrontare il sistema.

IL NETWORK

Attualmente aderiscono a Risonanze 17 soggetti di plurima identità affermati sul piano nazionale: festival di teatro e danza, imprese di produzione, teatri, centri di residenza che, pur mantenendo la singolarità della propria vision, condividono la stessa direzione progettuale mettendo a disposizione le proprie competenze, i propri spazi e il proprio know how, in un’azione di reciproco sostegno i cui primi beneficiari sono artisti italiani emergenti.

Arezzo Crowd Festival

Arezzo Crowd Festival è il festival partecipato della città di Arezzo, organizzato da un comitato Under 35 che durante l’anno partecipa a percorsi di formazione ed organizza eventi dal vivo e in digitale (su Arezzo Crowd Tv) per coinvolgere tutti i livelli della città durante la rassegna multidisciplinare e ospitare artisti nazionali. Il Festival è organizzato da Officine Montecristo, Associazione di Promozione Sociale U35, attiva dal 2016 sia a livello nazionale che internazionale.

Learn More

Capotrave / Kilowatt

L’Associazione Culturale CapoTrave / Kilowatt è una compagnia di produzione teatrale, una residenza artistica e un festival multidisciplinare teatrale, coreografico, circense e musicale. L’Associazione è stata fondata nel 2003 e ha sede a Sansepolcro. Il coinvolgimento attivo degli spettatori nei processi di produzione dello spettacolo dal vivo è una delle sue principali attività. 

Learn More

Theatron 2.0

Theatron 2.0 è un’impresa culturale costituita da creativi e professionisti specializzati in diversi settori dello spettacolo dal vivo. Opera in molteplici ambiti delle performing arts sviluppando progetti orientati a promuovere la cultura teatrale. Dalla sua fondazione nel 2015, Theatron 2.0 si specializza nella progettazione, organizzazione e produzione di spettacoli, festival, rassegne, collaborando con enti pubblici e privati.

Learn More

TOOL - Torino Open Lab

TOOL – Torino Open Lab nasce in seno al Teatro della Caduta di Torino.   È un contenitore con l’obiettivo di formare e intercettare un nuovo pubblico, un pubblico giovane non avvezzo al “rito” del teatro. Attraverso se sue azioni vuole attivare nuove modalità di fruizione, tramite formule innovative e sperimentali, che permettano di avvicinare i giovani al teatro, “svecchiando” l’idea che ne hanno.  Il progetto vuole essere un’occasione di ridare un ruolo sociale al teatro e un senso al proprio rituale.

Learn More

Direction Under 30

Direction Under 30, ideato e promosso da Associazione Teatro Sociale di Gualtieri in collaborazione con Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, è un concorso nazionale – in forma di festival – dedicato a spettacoli di compagnie con media d’età entro i 30 anni e diretto da giovani spettatori e spettatrici under 30. Ogni anno c’è un bando per le compagnie e le chiamate per partecipare attivamente come giuria e direzione artistica.

Learn More

Dominio Pubblico

Dominio Pubblico è un progetto di formazione del pubblico rivolto a ragazzi e ragazze Under 25 che vogliano sperimentarsi in un percorso da spettatori attivi finalizzato alla produzione, promozione e organizzazione del festival multidisciplinare Dominio Pubblico La Città agli Under 25: il primo festival italiano completamente dedicato alla creatività U25. La direzione artistica U25 cura ogni aspetto organizzativo e promozionale del festival che ogni anno ospita 100 artisti in più di 50 eventi fra teatro, danza, performance, musica, cinema e arti visive. 

Learn More

Palinodie

Palinodie è una compagnia teatrale nata ad Aosta nel 2012. Ha scelto di portare avanti la sua ricerca tra le montagne, perché il contemporaneo sia tempo, ma anche luogo. Le istanze che la caratterizzano sono il riequilibrio dei generi, l’accesso alla cultura, la valorizzazione di artisti e pubblici giovani. La riflessione sul decentramento culturale e il lavoro di creazione hanno portato la compagnia a costruire due situazioni di programmazione in territori inediti: la rassegna Prove Generali – Il teatro va in montagna e il festival Città Diffusa.

Learn More

Mulino ad Arte

Mulino ad Arte è una compagnia teatrale diretta da Daniele Ronco con un team di lavoro  affiatato, che da anni lavora per trasformare i sogni in progetti realizzati per e  con il pubblico. Dopo diversi anni di ricerca l’energia creativa della compagnia si è concentrata in  favore della produzione green.  Dal 2015 ad oggi Mulino ad Arte produce spettacoli che si pongono l’obiettivo di sensibilizzare e informare le persone, attraverso i diversi linguaggi teatrali, sui temi della sostenibilità ambientale. Nel 2019 nasce il format Teatro a Pedali, un format esperienziale che grazie alla pedalata del pubblico permette l’auto sostenibilità di un evento culturale.

Learn More

IAC - Centro Arti Integrate

IAC – Centro Arti Integrate si occupa di promozione e produzione teatrale. Nasce nel 2010 a Matera al confine tra la città antica e quella nuova e dal desiderio del teatro. Le attività si svolgono con una modalità di lavoro collaborativa, dialoghiamo con l’infanzia e la maturità, con il centro e la periferia, con il limite e la possibilità. Alla qualità artistica si affianca un’attenzione specifica al sociale.

Learn More

Festival Mirabilia

Festival di programmazione quanto di creazione (attraverso il progetto di Residenze artistiche e i numerosi progetti europei svolti), Mirabilia ha creato un format che utilizza gli spazi come elementi per creare nuovi pubblici e raggiungere i non pubblici attraverso un’offerta culturale che fa della transdisciplinarietà punto di forza e elemento di dialogo con persone di ogni età, con un cartellone che coniuga lo spettacolo popolare, la ricerca di ambito performativo, le creazioni site-specific.

Learn More

Compagnia Teatrale Petra

La Compagnia Teatrale Petra è un progetto culturale nato nel 2011 a Satriano di Lucania (Pz) da un’idea di Antonella Iallorenzi (direttrice artistica, attrice e formatrice teatrale) e Angelo Piccinni (direttore tecnico, scenografo). Attraverso il linguaggio dell’arte e del teatro, Petra agisce sul territorio lucano trasformando la sua visione da luogo periferico, isolato a luogo di creazione artistica e sviluppo economico.

Learn More

POLLINEfest

POLLINE, nasce nel 2016 come rassegna teatrale indipendente dedicata alle nuove generazioni della scena contemporanea. I giovani artisti come api impollinatrici della realtà, fecondatori e portatori di nuova vita. Un’operazione ambiziosa per dare nuova linfa vitale al MAT spazio_teatro, un piccolo gioiello della  periferia di Sezze  gestito dalla Compagnia Matutateatro. Nel 2018 POLLINE diventa festival. Nel 2021 alla sua sesta edizione cambia nuovamente forma inserendo al suo interno un premio destinato a compagnie under 35. 

Learn More

Strabismi

Nel cuore della Grande Madre Umbria, a Cannara, Strabismi Festival ogni anno ospita artisti da tutta Italia creando un momento di incontro dedicato all’insegna della condivisione e dello scambio, nemici naturali della competizione. Con un’attenzione particolare per gli artisti emergenti, Strabismi è un festival creato da giovani, rivolto ai giovani. La vera unicità del festival sta nel ruolo principale che viene lasciato agli spettacoli in costruzione. Essi vengono presentati all’interno della vetrina chiamata “Esotropia”. Questo permette ad operatori di poter osservare uno spettacolo nelle sue fasi iniziali, permettendo così di ideare e proporre un sostegno adeguato per la singola realtà artistica.

Learn More

GE.CI.TE.

La coop. GE.CI.TE. è composta da professionalità specifiche che operano in ambito artistico, tecnico e organizzativo. Dal 2014 gestisce lo Spazio Zut e cura la realizzazione di progetti artistici e formativi, comunicazione e programmazione di eventi e supporto a manifestazioni. Il progetto Zut! nasce nel 2014 come esperimento innovativo basato su un modello multidisciplinare di ibridazione dei linguaggi artistici e performativi contemporanei. Comprende attività che spaziano dalla dimensione più puramente artistica e culturale accogliendo percorsi sperimentali di ricerca e ibridazione tra performance, musica  e arte visiva, a progetti di formazione.

Learn More

Ecate

Dal 2009 Ecate crea processi di community engagement per l’attivazione della cittadinanza nell’ideazione di nuovi valori e della propria identità collettiva. Di volta in volta, Ecate collabora con diverse professionalità dell’arte e dello spettacolo dal vivo e dialoga con pubbliche amministrazioni, fondazioni e imprese. Ecate cambia forma, ricerca e sperimenta l’arte come relazione con le persone, per interpretare il presente e immaginare insieme un domani diverso.

Learn More

Festival 20 30

Festival 20 30 è un festival di teatro creato nel 2014 da Nicola Borghesi a Bologna, e diretto a partire dal 2017 da Enrico Baraldi, regista e autore teatrale, membro, insieme a Borghesi, della compagnia Kepler-452. La direzione artistica del festival è condivisa inoltre, attraverso un modello partecipativo, con un gruppo di ragazzi tra i venti e i trent’anni che si è strutturato nel corso delle edizioni del festival, riunendosi sotto il nome di Avanguardie 20 30.  

Learn More

Qui e Ora / Up To You

Qui e Ora è una compagnia di produzione costituita da artiste provenienti da esperienze diverse ma accomunate da una stessa visione poetica. Lavora su drammaturgia autografa e ama confrontarsi e collaborare con altri artisti e artiste per dare vita alle proprie opere, in un meticciamento di linguaggi e visioni. Nasce nel 2007 sul territorio della provincia di Bergamo con il progetto Être – Esperienze Teatrali di Residenza, opera in ambito nazionale e internazionale con produzione di spettacoli, organizzazione di rassegne, curatela di laboratori.

Learn More